Come trasferirsi alle Canarie in attesa di poter tornare a viaggiare
Blog

COME TRASFERIRSI ALLE CANARIE IN ATTESA DI POTER TORNARE A VIAGGIARE

Tutte le informazioni su come trasferirsi alle Canarie dall’Italia, i documenti da elaborare, i tempi da calcolare.

Da venerdì scorso mi sono trasferita a Tenerife e si, dopo aver postato la mia prima storia su Instagram con palma e piscina sono stata letteralmente bombardata di domande sulla possibilità di trasferirsi qui o meno e sulle metodologie.

Per questa ragione ho deciso di mettere per iscritto tutte quelle azioni da fare se non ne puoi più di stare in Italia e vuoi scappare al caldo.

come trasferirsi alle Canarie in attesa di poter tornare a viaggiare

Trasferirsi alle Canarie durante la pandemia: perché?

Prima di spiegarti cosa esattamente devi fare se hai intenzione di programmare un viaggio alle Canarie, ti spiego perché si può venire qui senza problemi.
Tra tutti i posti europei, le Canarie sono le uniche a presentare dallo scorso Novembre (inizio seconda quarantena) un numero di contagi molto basso. Se non vado errata, tutte le isole Canarie contano solamente 39.000 casi. Molto di meno rispetto alle nostre regioni italiane prese singolarmente.
Questo fa sì che le frontiere non siano chiuse agli stranieri.
Qui si può venire sia per lavoro, sia per turismo. Bisogna solo dimostrare di non avere il Covid.

Ci sono restrizioni alle Canarie?

Attualmente no. Tutti i locali e negozi sono aperti.
L’unico obbligo è di indossare la mascherina negli spazi aperti (città in particolar modo) , e negli spazi chiusi.
Rispetto all’Italia, i Canari sono più rigidi su questo aspetto . Infatti una multa in caso di trasgressione può andare fino a 3000 euro.
Questa decisione è stata presa dal governo sia per facilitare il lavoro delle forze dell’ordine, sia per trasmettere un messaggio al pubblico. Ma, se devo essere sincera, credo che i canari stessi (e i turisti soprattutto) hanno capito l’importanza di questa regola. Siamo tutti coscienti che in Europa le Canarie è l’unico posto dove si può fare tutto liberamente. È una libertà che, noi che ora viviamo o viaggiamo qui, ci teniamo stretta.

Nelle Canarie sono 3 i livelli di allerta. Il primo livello corrisponde ad un rientro a casa all’una di notte, il livello 2 alle 23, il livello 3 alle 22.

Durante il periodo di Carnevale (qui a Tenerife è il secondo più famoso al mondo) tutte le feste sono state proibite. Sia qui sia nelle altre isole Canarie il livello è il 3. Questo per prevenire il più possibile assembramenti ed aumenti drastici di casi.

Al di là del coprifuoco, non ci sono altre restrizioni.

Come trasferirsi alle Canarie: informazioni utili

Ci sono voli operativi per le Isole Canarie?

Da quando c’è la pandemia, i voli delle compagnie aeree sono drasticamente ridotti. Di conseguenza anche quelli per le isole Canarie.

E’ possibile trovare qualcosa con Iberia, la principale compagnia aerea spagnola, oppure con Easyjet e Ryanair.

Easyjet opera solamente un volo al mese (forse a Marzo inserirà più voli) .

Con Ryan Air si parte solamente dall’aeroporto di Bergamo Orio al Serio e Milano Malpensa. Ovviamente, essendo consapevoli che ci sono più persone in fuga dall’Italia, hanno aumentato i prezzi. Io ad esempio, prenotando 10 giorni prima , ho pagato 120 euro + 30 per il bagaglio a mano.

trasferirsi alle Canarie durante la pandemia, volo operativo  Ryanair Bergamo-Tenerife
volo Ryanair Bergamo – Tenerife

Cosa si deve fare per poter volare alle Canarie?

Per poter entrare alle Canarie senza problemi bisogna solamente eseguire un test Covid molecolare (PCR) 72 ore prima dell’ora del volo. Il risultato ovviamente deve essere negativo.

Insieme al tampone, bisogna compilare sul sito del governo spagnolo un formulario in cui si accerta di non essere stati positivi o a contatto con soggetti tali negli ultimi 14 giorni prima dell’ingresso nel paese. Al termine della compilazione verrà rilasciato un QR code che dovrà essere presentato in aeroporto all’arrivo.

Qualcuno mi ha scritto in DM su Instagram che i risultati del tampone è meglio presentarli in lingua inglese. Io personalmente non feci fare la traduzione (soprattutto perché è già un miracolo se i laboratori li rilasciano nelle 48 ore) però tentare a chiedere non nuoce.

se si vola durante la pandemia, a bordo è obbligatorio indossare la mascherina

Trasferisi alle isole Canarie: dove alloggiare

La maggiorparte delle isole delle Canarie non sono molto grandi, quindi il consiglio che io ti do è di scegliere un punto in cui fare base e poi esplorare l’isola.

Ci sono tantissime opzioni disponibili sia su Booking che su Airbnb.

Che tu decida di trasferirti o di fare semplicemente una vacanza, ti elenco quali sono le città in cui si dorme solitamente quando si va alle Canarie.

Dove alloggiare a Tenerife

Partiamo proprio dall’isola che mi ha accolta in questa fuga dalla pandemia: Tenerife!
Io a Tenerife sto alloggiando a El Medano.

El Medano è una cittadina che si trova nel sud est. A differenza di molte altre località, è meno turistica.

Altri posti dove alloggiare a Tenerife

Los Cristianos e Las Americas : sono i posti con maggioranza di italiani

Costa Adeje

Puerto de la Cruz

trasferirsi alle Canarie, primo tramonto a El Medano, Tenerife
El Medano, Tenerife

Fuerteventura

Inserisco Fuerteventura come seconda isola perché lì arrivano tantissimi voli dall’Italia e perché sta diventando sempre più meta per nomadi digitali. Quindi, se è anche il tuo caso, te la consiglio come soluzione.

In tantissimi alloggiano a Corralejo, nel Nord, oppure al Sud verso Morro Jable o Jandia.

Gran Canaria

Se sei tipa da grandi città ti consiglio sicuramente Las Palmas perché trovi tutti i servizi di cui puoi necessitare. In caso contrario le migliori località dove alloggiare sono: MaspalomasPlaya del InglésPuerto RicoPuerto de Mogán e Meloneras.

Lanzarote e isole minori (La Gomera – La Palma – El Hierro )

Queste isole sono perfette da girare con il camper, perché più piccole rispetto alle altre e molto naturali. Se dovrai trasferirti quindi, ti consiglio di considerarle come meta di fuga dal tuo punto di alloggio principale.

Trasferirsi alle isole Canarie: gli spostamenti

Le isole più grandi (Tenerife, Fuerteventura e Gran Canaria) hanno un buon sistema di autobus che collega le principali località.

Tuttavia se ti scoccia stare ad aspettare orari, ti consiglio di optare per il noleggio auto. Qui è molto economico.

Il noleggio di un’auto per una giornata può variare dai 20 ai 32 euro. E anche il rifornimento è molto economico.

La benzina costa 0,90€; il diesel 0,80€. Con 20€ hai riempito tutto il serbatoio.

Un’altra bella notizia è che è possibile prenotare anche con carta di debito (qui mi riferisco al noleggio effettuato sul posto e non prenotato in anticipo tramite internet).

per girare le isole Canarie è molto utile il noleggio auto

Spero di essere stata esaustiva sul come trasferirsi alle Canarie in questi tempi molto difficili. Essendo tuttavia le procedure piuttosto complicate, se hai bisogno  di un’ulteriore aiuto possiamo fare una chiacchierata in cui ti spiego passo per passo cosa fare al fine di arrivare al giorno della tua partenza senza stress. Puoi vedere i miei servizi cliccando qui.

Ti è piaciuto questo articolo? Salvalo su Pinterest!

trasferirsi alle isole canarie durante la pandemia
Ti è piaciuto il mio articolo? Condividilo!
By Flavia Di Ciano

Ciao! E piacere di conoscerti! Io sono Flavia. Ho 30 anni ma non sembra. Incredibile ma vero! Lavoro e viaggio da sola per lunghi periodi. Se mi segui ti dirò com’è possibile.

Articoli che potrebbero interessarti

2 Commenti

  • Brigida

    Io sono una fanatica viaggiatrice solitari da più di 30 anni, ho 70 anni ma niente mi spaventa e spero ancora di fare molti ma molti viaggi avventura in solitaria. L’articolo mi è piaciuti ed è proprio in quelle isole e in quei luighi andare e se potessi farlo durante la pandemia sarebbe fantastico, ma avrei bisogno di informazioni più dettagliate

    • Flavia Di Ciano

      Ciao Brigida! Scusami il ritardo nella risposta. Si viaggiare di questi tempi è possibile, anche se non è più semplice come prima. Io svolgo proprio delle consulenze su questo, dove spiego in quali Paesi si può andare (in base agli aggiornamenti), e tutte le procedure che si devono fare per entrare.
      Se vuoi sentiamoci in una telefonata di 15- 20 minuti, è gratuita e senza impegno. Permette sia a me che a te di individuare la destinazione, se riesco ti posso dare qualche risposta già da subito. Fammi sapere, ad esempio sarei disponibile già lunedì prossimo alle 09.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *