Miniguida per organizzare il perfetto viaggio zaino in spalla
Blog

MINIGUIDA PER ORGANIZZARE IL PERFETTO VIAGGIO ZAINO IN SPALLA

viaggiatrice zaino in spalla
Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perché. I loro desideri hanno le forme delle nuvole“.
Charles Baudelaire

Informazioni utili su come organizzare il perfetto viaggio zaino in spalla, dalla scelta dello stesso a cosa portare: i migliori consigli per inserire tutto all’interno e lasciare il tuo fardello leggero e facile da trasportare.

Il Viaggio zaino in spalla è tra tutte la modalità che preferisco in assoluto.

Quando facevo l’università, leggevo storie di ragazzi in giro per il mondo con solo questo fardello addosso e mi dicevo di voler provare a viaggiare così. Quando mi sono laureata chiesi a mia sorella di regalarmi un backpack da viaggio, ma quello che mi riportò fu un trolley con gli spallacci.  Inserito subito nella mia classifica di regali pessimi per una viaggiatrice, andai su Amazon e ordinai il mio primo zaino in spalla.

Tuttavia, essendo uno strumento mai utilizzato prima, mi sono chiesta più volte quanto dovesse essere grande, oppure cosa metterci dentro. Tutte domande a cui, grazie a più ricerche ed esperienze fatte sul campo, adesso so rispondere e condividere con persone che non si sono mai approcciate a questo stile di viaggio.

Nel mio articolo troverai infatti informazioni utili sulla scelta dello zaino perfetto, su cosa inserire al suo interno, come sfruttare gli spazi e distribuire i pesi.

Come scegliere il perfetto zaino da viaggio

E’ molto importante scegliere lo zaino giusto perché sarà lui ad accompagnarci per l’intero viaggio.

Hai due opzioni: acquistarlo su Internet tramite Amazon o altri siti specifici, oppure andare da un rivenditore esperto nel settore, come Decathlon ad esempio. Lì c’è l’imbarazzo della scelta.

La prima cosa che devi pensare è quanto tempo starai via. Un viaggio di due settimane sarà sicuramente diverso di un mese, o di un anno! Quindi pensa al tempo e regolati di conseguenza.

Io, ad esempio, sono stata via due settimane quindi non ho sentito la necessità di prendere uno zaino eccessivamente grande, e mi è bastata una capienza di 40 litri.  Però se starai via più di un mese, ti consiglierò minimo 70 litri.

backpack forclaz da 40 litri
backpack modello forclaz 40 litri

Viaggio zaino in spalla: cosa portare

Questo tasto fa andare tutte noi in crisi perché siamo sempre tentate di mettere dentro lo zaino quante più cose possibili. Purtroppo, non è possibile.

Il primo obiettivo a cui devi puntare quando prepari il tuo zaino è la leggerezza. Anche se non farai trekking, ricorda che sarà il tuo bagaglio e sarà sulle tue spalle ogni volta che ti sposterai.  Idealmente non dovrebbe superare i 10kg di peso, aspetto che poi potrai trarre a tuo vantaggio per usarlo come bagaglio a mano ed evitare il sovrapprezzo (nelle compagnie che lo permettono ancora).

Detto ciò, ti dico nello specifico cosa mettere dentro.

Indumenti

Quando sto per affrontare un viaggio con zaino in spalla, i vestiti che mi porto tendenzialmente dietro sono:

  • un pantalone lungo in tessuto morbido (utile per affrontare un volo di molte ore in aereo) e un pantalone corto;
  • un paio di canotte;
  • un paio di magliette a maniche corte, e una a manica lunga;
  • due camicette;
  • un paio di vestitini;
  • un top;
  • un paio di scarpe da passeggio;
  • un paio di sandali;
  • un paio di scarpe sportive se prevedi di fare delle attività sportive;
  • una giacca di jeans (o comunque non troppo pesante);
  • un foulard;
  • un paio di costumi;
  • un paio di infradito;
  • intimo sufficiente per una settimana all’incirca
  • un asciugamano
mini beauty case più sacchetto igiene
minibeauty case e astuccio dell’igiene

Accessori

Ti elenco gli accessori senza i quali io non potrei mai viaggiare:

  • piccolo zaino o borsa tracolla da tenere il giorno mentre visiti;
  • tappi per le orecchie: ti salvano la vita soprattutto se dormi in ostello;
  • borraccia flessibile, che puoi appiattire quando è vuota;
  • mascherina per gli occhi, utile soprattutto nell’aereo quando lasciano accese le luci;
  • detersivo in polvere, che userai per lavare i tuoi vestiti;
  • lucchetto
  • cintura porta soldi, per custodire denaro e documenti.

Igiene personale e cosmetica

Quest’ultima varia molto a seconda di quello che può servire effettivamente alla persona.

In linea di massimo ad una ragazza in viaggio sono questi i prodotti che occorrono maggiormente:

-Beauty case, o meglio, borsello. Porta con te solo i prodotti che usi di più e inseriscili all’interno.

  • shampoo, balsamo e bagno doccia da viaggio;
  • dentifricio, spazzolino e filo interdentale;
  • rasoio, crema o strisce depilatorie (a seconda di quello che usi);
  • deodorante da viaggio;
  • protezione solare (se vai in un posto caldo);
  • spray contro le zanzare (se vai in un posto dove sono presenti);
  • lenti a contatto con relativo liquido se lo usi; anche in questo caso, acquista le dimensioni da viaggio;
  • salviette rinfrescanti e intime;
  • coppetta, tampax o assorbenti. Consiglio: so che inizialmente potrà risultarti difficile, ma se riesci prova la coppetta mestruale. Ti farà risparmiare molto spazio, è ecologica e non dovrai acquistarla ogni volta.

Medicine

  • Aspirine;
  • Antinfiammatori e farmaci comuni: porta quelli che ti serviranno maggiormente;
  • Farmaco con prescrizione medica, soprattutto perché nel paese estero potresti avere difficoltà a trovarli;
  • Pillola se la usi;
  • Cerotti;
  • Fermenti lattici, aiuta a proteggere l’intestino da un’alimentazione buona ma troppo diversa dai tuoi standard
  • Cerotti

Dispositivi elettronici

E’ una moda di noi viaggiatori zaino in spalla essere superattrezzati in fatto di tecnologia. Però se sei consapevole che in quel viaggio non userai il computer o la gopro, evita di portarli con te. Sono gli oggetti che purtroppo danno più nell’occhio e possono essere rubati negli spazi condivisi.  

Oltre a questi, non dimenticare di inserire:

  • Adattatore universale;
  • Presa multipla;
  • Torcia o altre luci portatili; ti serviranno specie se dormirai all’aperto.

Consigli utili per preparare al meglio lo zaino

Dopo averti elencato gli ingredienti principali del tuo zaino, ti suggerisco come inserirli all’interno e far si che il tuo fardello sia leggero e facile da trasportare.

Innanzitutto, cerca di separare i dispositivi elettronici dagli indumenti e dai prodotti per l’igiene. Questi ultimi in particolare ti consiglio di metterli in degli appositi sacchetti da viaggio.

Arrotola gli indumenti. Tra tutte le tecniche, quella del sushi (o del salsicciotto, come piace a me chiamarla), è quella che mi piace di più. Ho girato un video apposito su Instagram dove la spiego.  

E’ molto importante mettere in fondo gli oggetti più pesanti e distribuire in tutta l’area dello zaino gli oggetti (sia a destra che sinistra); questo per non sbilanciarti quando camminerai.

Lascia il kit di emergenza o quegli oggetti che ti serviranno più spesso in alto; facendo così ti sarà più facile estrapolarli mentre viaggerai.

E infine usa lo zaino come se fosse un armadio, quindi aprilo e prendi solo l’indumento che ti serve senza scomporre gli altri. Questo ti permetterà di avere sempre tutto dentro e in ordine e di non dover rifare ogni volta lo zaino.

io e il mio zaino in spalla

Spero di essere stata esaustiva con le spiegazioni e di averti facilitata nell’organizzazione del tuo prossimo viaggio. Se invece riscontri ancora qualche difficoltà, contattami pure per una consulenza : possiamo preparare lo zaino insieme.

Ti è piaciuto l’articolo? Salvalo su Pinterest!

Ti è piaciuto il mio articolo? Condividilo!
By Flavia Di Ciano

Ciao! E piacere di conoscerti! Io sono Flavia. Ho 30 anni ma non sembra. Incredibile ma vero! Lavoro e viaggio da sola per lunghi periodi. Se mi segui ti dirò com’è possibile.

Articoli che potrebbero interessarti

5 Commenti

  • Secondo la mia esperienza si può viaggiare anche più di 2 settimane con uno zaino da 40 litri se si usano le lavanderie a gettoni o i servizi degli hotel/ostelli (che in Asia costano pochissimo). In viaggio a mio marito è proibito mettere le mani negli zaini. Sono io l’addetta a prepararli quindi lui mi indica cosa vuole e io gliela pesco perché altrimenti mette tutto in disordine e mi tocca svuotarlo e riempirlo di nuovo 🙂
    Una volta in aeroporto a Londra ha dimenticato nello zaino i liquidi e per punizione gliel’hanno svuotato completamente per verificare l’intero contenuto. Eravamo diretti negli USA: non ti dico che fatica rimettere tutto dentro!!!

      • Dipende se si ha possibilità di lavare ed anche dal periodo. In estate è più facile sicuramente. Potenzialmente se hai cambi per una settimana e ogni settimana lavi potresti andare avanti un bel po se hai messo quello che serve nello zaino. Noi siamo stati fuori circa un mese, ma strada facendo il bagaglio si è ingrandito… abbiamo comprato un altro zainetto per i souvenir e poi anche un cappello vietnamita di paglia. Volevamo portare a casa dei ricordi 🙂

  • Cerco sempre di capire se in qualche modo posso ulteriormente alleggerire il mio zaino, soprattutto se viaggio per lunghi periodi. Secondo me il tempo e l’esperienza aiutano molto, così come articoli come questo che ti fanno subito capire che certe cose lì dove stai andando non le userai mai… Ad ogni modo da un po’ parto anche per 3/4 mesi con uno zaino da 50 l… Ognuno però anche su questo trova il suo equilibrio… ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *