LA GUIDA PER OTTENERE IL GREEN PASS - La Viaggiatrice Solitaria
Blog

LA GUIDA PER OTTENERE IL GREEN PASS

Facciamo chiarimento su cos’è il Green Pass, l’entrata in vigore in Italia e in Europa, come fare per ottenerlo.

Finalmente è giunta una notizia tanto agognata da noi amanti dei viaggi: a partire dal 16 Giugno sarà possibile avere il Green Pass in Italia, e dal 1 Luglio nei Paesi membri dell’Unione Europea.

Un passo decisivo verso la libertà per noi viaggiatori; siamo stati in ginocchio per ben due lockdown e avere il via libera può farci solo che bene.

Se è la prima volta che mi stai leggendo mi presento subito: il mio nome è Flavia e da 6 anni viaggio da sola. Dopo aver lavorato svariate stagioni come receptionist in giro per il mondo, ho deciso di raccogliere tutte le esperienze che ne ho tratto e mettere su questo blog in cui condivido destinazioni e tips principalmente con altre ragazze che vogliono viaggiare da sole. Negli ultimi mesi inoltre mi sono affiancata anche ad agenzie di viaggio in qualità di tour leader.  Infatti partirò con un gruppo di altri ragazzi tra il 23 e 30 Ottobre per Fueteventura. Se hai le ferie in quel periodo, facci un pensierino.

Fatta questa premessa, andiamo a parlare meglio di che cos’è esattamente il Green Pass, quando è valido, chi lo rilascia e tutte le procedure per ottenerlo.

Che cos’è il Green Pass

Il Green Pass è un documento che specifica la tua situazione relativa al Covid-19. Nello specifico dice se:

  • Sei stata vaccinata ( e quale dose ti trovi nel caso il tuo vaccino include più somministrazioni);
  • Hai avuto il Covid-19 ma ne sei guarita;
  • Hai fatto un tampone con esito negativo nelle ultime 48 ore.

Questo documento viene prodotto dalle Aziende Sanitarie Locali, ma spetta a te richiederlo. Ecco come.

Chi rilascia il Green Pass

Il Green Pass digitale può essere richiesto tramite:

Una volta scelta l’opzione che preferisci, dovrai riportare il numero della tua tessera sanitaria e uno dei codici che hai ricevuto per avvenuta vaccinazione (sia prima che seconda dose), avvenuta guarigione, esito negativo del tampone nelle ultime 48 ore. Riceverai i codici sui contatti che avrai fornito al momento della prestazione al Ministero della Salute.

green pass

Green Pass cartaceo

A differenza dell’App Immuni con cui molti uscirono pazzi l’anno scorso, questa volta è possibile avere anche una versione cartacea del documento.

Bisogna rivolgersi  al medico di base o andare in farmacia. Una volta comunicati il codice fiscale e il numero della tessera sanitaria, il personale qualificato verificherà i dati, scaricherà e stamperà la certificazione.

Quanto dura il Green Pass?

La durata del Green Pass varia in base alla condizione nella quale si è:

  • Vaccinato (solo prima dose): validità dal 15 giorno della somministrazione fino al 2 vaccino;
  • Vaccinato ( prima e seconda dose): validità immediata per i successivi 9 mesi;
  • Guarita dal covid : 6 mesi dal certificato di guarigione (quest’ultimo devi richiederlo al medico);
  • Per chi ha fatto il tampone: 48 ore

In quali occasioni devo esibire il Green Pass?

Oltre alla ragione più ovvia, viaggiare, il Green Pass deve essere esibito in altri momenti che richiedono la presenza di più persone.

Nello specifico servirà per poter accedere a:

  • Eventi sportivi, spettacoli, concerti, feste, cerimonie (matrimoni e comunioni);
  • Feste in discoteca (qualora la proposta di legge passi e ne permettono la riapertura il 1 Luglio);
  • Visitare le Rsa (strutture sanitarie per anziani)
  • Fiere di settore (che si possono svolgere in presenza a partire dal 15 Giugno);
  • Convegni e Congressi (che possono essere riorganizzati dal 1 Luglio).
green pass europeo

Il Green Pass europeo

Come accennavo anche sopra, il green pass è già valido in Italia, ma dal 1 Luglio ti permetterà di spostarti anche negli altri 27 Paesi dell’Unione Europea, più Islanda, Norvegia, Liechtenstein e Svizzera.

Green Pass: alcuni punti da chiarire

Come ho sottolineato anche nel mio ultimo reel su Instagram, tutte quelle elencate sopra sono senz’altro delle belle notizie, però ogni volta che ti sposterai devi tenere a mente alcuni aspetti:

  • Le notizie che leggi sui giornali, così come il sito di Viaggiare Sicuri , danno informazioni solo per l’uscita e il rientro nel nostro Paese. Questo significa che per l’Italia noi possiamo andare in un Paese x . Ma il Paese x ci accetterà? E’ importante a tal proposito informarsi sul sito ufficiale di quel paese, o ancor meglio chiedere all’ambasciata italiana del posto nel quale si sta andando.
  • All’ingresso del paese le tempistiche per i vaccinati possono essere diverse. Ad esempio se per il nostro green pass italiano noi ci possiamo spostare già dopo i primi 15 giorni dalla somministrazione del vaccino, non è detto che per il paese ospitante sia lo stesso; se quest’ultimo richiede più tempo, sei costretta a fare il tampone.
  • Il green pass accetta tutti i tipi di vaccini? Non sempre. Quindi è bene vedere anche la marca di Vaccini che accettano l’ingresso in Paese.
green pass per viaggiare

Se hai altri dubbi in merito, puoi scrivermi qui nei commenti.

Se invece hai bisogno di partire e necessiti di un’agevolazione per le norme vigenti sul paese che andrai a visitare, non esitare a contattarmi! Quando costruisco i miei itinerari di viaggio su misura, mi occupo anche di questo aspetto.

Ti è piaciuto il mio articolo? Salvalo su Pinterest!

Ti è piaciuto il mio articolo? Condividilo!
Di Flavia Di Ciano

Ciao! E piacere di conoscerti! Io sono Flavia. Ho 30 anni ma non sembra. Incredibile ma vero! Lavoro e viaggio da sola per lunghi periodi. Se mi segui ti dirò com’è possibile.

Potrebbero piacerti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *