MANGIARE DA SOLE E’ FACILE SE SAI COME - La Viaggiatrice Solitaria
Blog

MANGIARE DA SOLE E’ FACILE SE SAI COME

Mangiare da sole non significa essere sole.  E non significa neanche che non hai amici o che sei infelice.

Eppure queste sono le preoccupazioni di molte donne che quando viaggiano  non vogliono mangiare da sole. Sentono di apparire in uno o più di questi modi a chi le sta intorno.

Se sei una di quelle che ama viaggiare da sola ma non ama cenare da sola, ho alcuni consigli per te. Suggerimenti che, si spera, possa capovolgere la tua esperienza, rendendola un punto culminante del tuo viaggio in solitaria.

Mangiare da sole: le cene informali

Se non ti interessa mangiare nei posti raffinati ma semplicemente consumare un pasto caldo, allora hai molte opzioni.

I posti informali sono frequentati da molte persone che viaggiano da sole, meno condizionate dal fatto di dover stare in compagnia o meno. 

Coffe shops

Controlla i menù online prima di andare. Spesso ci sono poche opzioni, però la qualità del cibo è buona. E poi lì le persone che vanno da sole sono nella norma.

Tavolate

Scegli ristoranti o caffè occasionali con tavolate in comune e molto probabilmente finirai a instaurare una conversazione con un locale.

Per trovare ristoranti così puoi utilizzate un sito web come Yelp, inserire “tavolo comune” nella casella Trova e la vostra destinazione nella casella Vicino. Yelp farà saltare le opzioni del ristorante con i tavoli da condividere.

Caffé

Scegli un caffè o un patio. Quando avrai il mondo e le persone da guardare, non ti renderai neanche conto di aver mangiato da sola. Goditi il cibo e il brusio della città.

Dal paninaro

Quella del paninaro o del cibo di strada in generale è una soluzione economica e veloce. In alcuni casi il cibo è eccezionale perché il venditore è specializzato in una o due cose e le fa molto bene. E molte volte sono messi a disposizione i tavolini, li stessi che, nelle feste di sagra, fanno mangiare tante persone insieme. 

Cenare da sole per le amanti del buon cibo e del buon vino

A volte l’obiettivo è quello di sperimentare il cibo di un ristorante di cui si è letto su Internet. A volte si tratta di provare un’esperienza enologica che non può essere vissuta a casa. Qui ci sono modi per mangiare da sole e godere di esperienze culinarie comode e raffinate.

Concentrati su quello che mangi

Andare in un ristorante da sole permette di concentrarsi davvero sul cibo. Assaporare ogni boccone. Assaporate l’arte dello chef nel menu, gli abbinamenti insoliti e la presentazione. Discutine con il  cameriere. Chiedi al sommelier di consigliarti il vino della casa. Sperimenta la tua cena al massimo.

Vai al ristorante ma mangia al bar

Anche in un locale raffinato, il bar è un posto più informale per mangiare. Incontro spesso persone al bar e faccio conversazioni interessanti. 

Non andare nelle ore di punta

Troverai sicuramente meno persone e, se andrai a fine servizio, potrai instaurare una conversazione sia con il cameriere che con lo chef. 

Partecipa a un food tour

Grazie ai tour potrai provare il meglio che una città ha da offrire.  Potrai gustare il vino locale e le specialità gastronomiche insieme a una mezza dozzina di altri viaggiatori. Sarai soddisfatta di aver  trascorso un pomeriggio divertente e mondano.

In alcuni posti rinomati per il cibo, come Palermo ad esempio, i food tour sono talmente fenomenali che li ho inseriti tra le esperienze top da provare in città

partecipare a un food tour
partecipare allo street food tour di Palermo, mercato della Vucciria

Viaggiare da sole ma mangiare con i local

Tutti vogliamo compagnia ogni tanto, anche noi che viaggiamo da sole. Come fa una viaggiatrice solitaria a trovare esperienze di social dining? Ecco a voi la mia lista!

Partecipa ad una cooking class

Le cooking classes sono una meravigliosa opportunità per conoscere una cultura attraverso il cibo, sviluppare nuove competenze, incontrare persone che condividono la vostra passione per il cibo e condividere un pasto con nuovi amici alla fine.

Mangia con lo staff

Il tavolo dello staff si trova solitamente di fianco alla cucina principale. Mi è capitato di mangiare due volte con lo staff a fine servizio. C’erano sia persone che lavoravano che clienti come me che si trattenevano di più. Siamo stati serviti dall’executive chef e dal sommelier che hanno fatto piani speciali per la cena a base di cibo di stagione. Un’occasione divertente, sociale e molto confortevole per chi viaggia da sola come me. O te 🙂 . 

Cena con un local

Mangiare a casa di una persona del posto  è un’esperienza straordinaria. Ci sono alcuni siti che ti aiuteranno a prenotare, come  VoulezVousDiner o EatWith. Se vai a casa di qualcuno, dai lui  la stessa considerazione che daresti a un amico. Segnala eventuali allergie, porta un pensierino in segno di riconoscimento, e soprattutto arriva puntuale. Amche se sono persone che non conosciamo meritano rispetto. 

mangiare da sole è facile se sai come
cena con Ann in Erevan, Armenia

Hai qualche altro suggerimento per rendere facile il momento della cena per noi viaggiatrici solitarie? Condividilo nei commenti! 

Ti è piaciuto il mio articolo? Condividilo!
By Flavia Di Ciano

Ciao! E piacere di conoscerti! Io sono Flavia. Ho 30 anni ma non sembra. Incredibile ma vero! Lavoro e viaggio da sola per lunghi periodi. Se mi segui ti dirò com’è possibile.

Articoli che potrebbero interessarti

29 Commenti

  • Non ho mai viaggiato in solitaria ma la cosa mi attira molto. Non ho problemi a mangiare da sola al ristorante, mi è capitato diverse volte durante la pausa pranzo lavorativa, la maggior parte dei casi per scelta personale. Trovo i tuoi consigli davvero utili per tutti coloro che si sentono preoccupati su questo tema!

  • Anche io viaggio spesso da sola, ma non ho mai avuto grandi problemi a mangiare da sola. So però che per qualcuno può esserlo. Tanti ottimi suggerimenti i tuoi, soprattutto quelli di partecipare a dei food tour o a delle cooking class, che amo moltissimo!

  • La prima volta che ho mangiato da sola in un locale è stato durante il mio primissimo viaggio in solitaria, in Svizzera. Ammetto di essermi sentita in imbarazzo… Per fortuna poi la fonduta che stavo mangiando era così buona che mi sono scordata di tutto il resto! Hai proprio ragione, concentrarsi sul cibo e gustarsi ogni boccone!

  • Tutte bellissime alternative per conoscere gente e aggiungerei anche il pub. A parte questo so che a Torino si organizza una specie di cooking contest dove si mangia primo,secondo e dolce in tre case diverse per tutta la serata. Si che qui si conoscono molte persone!

  • Più che l’imbarazzo è che mi sembra di perdere qualcosa di importante, la convivialità fa parte delle cene come il cibo. In generale io amo condividere i viaggi con la mia famiglia o con amici e quindi mi capita raramente di cenare da sola se però viaggio per lavoro e non ci so o alternative alla cena da sola, beh mi concentro sul cibo senza problemi.

  • Ho viaggiato tantissimo per lavoro quindi a mangiare da sola ci ho fatto l’abitudine, il pranzo veloce al bar affollato è più facile, altra cosa è la cena ma concordo con te, almeno ci si gusta il cibo. Mi piace molto l’idea di cenare a casa di un local, mi è capitato solo una volta a San Pietroburgo a casa di una persona che conoscevo da poco : è stato bellissimo e molto informale

  • Ricordo ancora la mia prima cena da sola: ero a Londra per lavoro e la collega con cui avrei dovuto cenare mi ha dato buca un paio di ore prima. Sono state ore terribili perché mi immaginavo il peggio: della serie “tutti mi guarderanno con compassione, il cameriere continuerà a chiedermi se aspetto qualcuno…” E invece niente di tutto ciò. Da allora ho pranzato/cenato sola tantissime volte, e devo dire che secondo me è più in Italia che c’è questo tabù, mentre all’estero non ci fa caso nessuno. A me comunque piace da matti, al punto che ogni tanto in pausa pranzo mangio (mangiavo, quando i bar/ristoranti erano ancora aperti normalmente) da sola in qualche locale per starmene per conto mio 🙂

  • Ho viaggiato molto da sola per lavoro e devo riconoscere che il momento della cena è sempre stato il mio punto debole. Il pranzo lo risolvi facilmente, ma la cena con un libro o nel ristorante dell’hotel mi ha sempre messo tristezza. Per il resto, viaggiare da soli è meraviglioso!

    • Flavia Di Ciano

      già è uno dei momenti più critici che in tante sembrano riscontrare. motivo per cui ho scritto questo post. spero di esserti stata d’aiuto 🙂

  • Per un anno intero ho mangiato da sola il martedì in quanto fuori per lavoro e non mi è mai dispiaciuto! Mi ero costruita una mia routine e non mi è mai pesato il fatto di essere sola. Quando viaggio in solitaria stessa cosa: è molto bello secondo me!

  • Quando viaggio per lavoro, mangiare da sola non è mai semplice, soprattutto per me che amo mangiare in compagnia. I tuoi suggerimenti sono sicuramente utili per chi viaggia da solo!

  • Hai ragione ci sono mille modi di mangiare da sole, io però ti dico la verità quando sono sola consumo una cena frettolosa e non mi gusto tanto il cibo, tendo a voler far presto per fare altre cose.

  • Non mi è mai capitato di mangiare da sola quando sono in giro, ma non credo che avrei problemi. I tuoi consigli sono sicuramene utili e da tenere a mente nel caso mi dovesse capitare.☺️

  • Come solo travel, anche io ho un pò il problema di mangiare da sola, non tanto perché mi senta giudicata o compatita, piuttosto perché mi annoio un pò nell’attesa delle portate. Tante volte ho visto dei localizzi che sembravano invitanti e ho rinunciato. L’idea dei ristoranti con i tavoli social è carina, a Londra l’ho vista da Le Pain quotidiane, ma non sapevo ci fosse questa opzione su Yelp e mi sembra anche un ottimo modo per conoscere i locali!

  • Io la vivo diversamente in base alle situazioni: quando sono in viaggio sono sempre presa dal guardami intorno, “spiare” le persone intorno a me, assaggiare pietanze nuove e pianificare le prossime tappe. Se mi capita però di essere fuori per lavoro, il pensiero di cenare da sola al ristorante dell’albergo effettivamente mi mette un pò tristezza. Grazie per i tuoi spunti preziosi!

    • Flavia Di Ciano

      questo perché le persone vicine al contesto lavorativo potresti conoscere… normale . un pò come tanti gesti che all’estero facciamo senza problemi e in Italia no .

  • Brava, tutti ottimi consigli, io odio mangiare da sola quando mi capita di essere via per lavoro o per piacere da sola. lo trovo molto triste, cercherò di mettere in pratica i tuoi consigli!

  • In passato mi è capitato spesso di mangiare da sola, quando viaggiavo per lavoro. Mi prendevo il mio tempo, magari condividevo la mia solitudine con qualche amica/o o familiare al telefono e poi tornavo al dovere. Vale mangiare da soli la colazione a sacco nella pausa pranzo?! hahahaha anche quella sempre molto triste!

    • Flavia Di Ciano

      per me la colazione a sacco è triste non perché la mangi da sola ma perché non hai avuto tempo di farla al mattino! la colazione è sacra 🙂

  • Ciao Flavia!
    I tuoi articoli sono sempre molto interessanti. Anche io viaggio da sola ma non mi piace per niente mangiare da sola, soprattutto al ristorante. Credo che sia una delle cose che mi fa sentire più a disagio quando viaggio.
    Da qualche tempo (ora mai non ricordo nemmeno più l’ultimo viaggio) cerco di mangiare qualcosa al volo nei vari street food o di cucinare direttamente in ostello!
    Ti leggo volentieri,
    Roberta.

    • Flavia Di Ciano

      roby ciaoo che bello sentirti! Mangiare da sola a volte può essere complicato, però ecco, magari con una delle mie dritte riuscirai a superare questo ostacolo. Un altro consiglio che ti do è di provare l’app per mangiare con i local. Sarebbe una bellissima esperienza :).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *